94esimi Academy Awards®, le candidature

Sono state annunciate oggi, martedì 8 febbraio, da Leslie Jordan e Tracee Ellis Ross, le nomination relative ai 94esimi Academy Awards®, la cui cerimonia di premiazione si svolgerà il 27 marzo a Los Angeles, Dolby Theatre, all’Hollywood & Highland Center. In testa con 12 candidature Il potere del cane di Jane Campion, cui seguono le 10 di Dune (Denis Villeneuve). A quota 7 West Side Story (Steven Spielberg) e Belfast (Kenneth Branagh). Nella rosa dei candidati per il Miglior Film Internazionale vi è anche È stata la mano di Dio, di Paolo Sorrentino, che riporta quindi un titolo italiano nella cinquina, a otto anni da La grande bellezza, sempre opera del cineasta partenopeo. 

(Wikipedia)

Miglior film: Belfast. CODA. Don’t Look Up. Drive My Car. Dune. Una famiglia vincente – King Richard. La fiera delle illusioni – Nightmare Alley. Licorice Pizza. Il potere del cane. West Side Story. Miglior regia: Paul Thomas Anderson (Licorice Pizza). Kenneth Branagh (Belfast). Jane Campion (Il potere del cane). Ryusuke Hamaguchi (Drive My Car) Steven Spielberg (West Side Story). Miglior attore: Javier Bardem (A proposito dei Ricardo). Benedict Cumberbatch (Il potere del cane). Andrew Garfield (tick, tick…BOOM!) Will Smith (Una famiglia vincente – King Richard). Denzel Washington (Macbeth). Miglior attrice: Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye). Olivia Colman (La figlia oscura). Penélope Cruz (Madres paralelas). Nicole Kidman (A proposito dei Ricardo). Kristen Stewart (Spencer). Miglior attore non protagonista: Ciarán Hinds (Belfast). Troy Kotsur (CODA). Jesse Plemons (Il potere del cane). J.K. Simmons (A proposito dei Ricardo). Kodi Smit-McPhee (Il potere del cane). Miglior attrice non protagonista: Jessie Buckley (La figlia oscura). Ariana DeBose (West Side Story). Judi Dench (Belfast). Kirsten Dunst (Il potere del cane). Aunjanue Ellis (Una famiglia vincente – King Richard).

(Players Magazine)

Migliore sceneggiatura non originale: Jane Campion (Il potere del cane). Maggie Gyllenhaal (La figlia oscura). Ryusuke Hamaguchi, Takamasa Oe (Drive My Car). Siân Heder (CODA). Denis Villeneuve, Jon Spaihts, Eric Roth (Dune). Migliore sceneggiatura originale: Paul Thomas Anderson (Licorice Pizza). Zach Baylin (Una famiglia vincente – King Richard). Kenneth Branagh (Belfast). Adam McKay, David Sirota (Don’t Look Up). Eskil Vogt, Joachim Trier (La persona peggiore del mondo). Miglior montaggio: Hank Corwin (Don’t Look Up). Pamela Martin (Una famiglia vincente – King Richard). Peter Sciberras (Il potere del cane). Joel Walker (Dune). Andrew Weisblum (tick, tick…BOOM!). Miglior fotografia: Bruno Delbonnel (Macbeth). Greig Fraser (Dune). Janusz Kamiński (West Side Story). Dan Laustsen (La fiera delle illusioni – Nightmare Alley). Ari Wegner (Il potere del cane). Miglior scenografia: Stefan Dechant (Macbeth). Tamara Deverell e Shane Vieau (La fiera delle illusioni – Nightmare Alley). Grant Major (Il potere del cane). Adam Stockhausen e Rena DeAngelo (West Side Story). Patrice Vermette, Richard Roberts & Zsuzsanna Sipos (Dune).

(Movieplayer)

Migliori costumi: Jenny Beaven  (Crudelia). Massimo Cantini Parrini (Cyrano). Bob Morgan, Jacqueline West (Dune). Luis Sequeira  (La fiera delle illusioni – Nightmare Alley). Paul Tazewell (West Side Story). Migliori musiche: Nicholas Britell (Don’t Look Up). Germaine Franco (Encanto). Jonny Greenwood (Il potere del cane). Alberto Iglesias (Madres paralelas). Hans Zimmer (Dune). Miglior canzone originale: Be Alive (Dixson e Beyoncé – Una famiglia vincente – King Richard) Dos Oruguitas (Lin-Manuel Miranda – Encanto). Down To Joy (Van Morrison – Belfast). No Time to Die (Billie Eilish, Finneas O’Connell – No Time to Die). Somehow You Do (Diane Warren e Reba McEntire – Quattro buone giornate). Miglior suono: Niv Adiri, Simon Chase, James Mather, Denise Yarde (Belfast). Richard Flynn, Robert Mackenzie, Tara Webb, Graeme Stewart, Steve Burgess (Il potere del cane). James Harrison, Simon Hayes, Paul Massey, Oliver Tarney, Mark Taylor (No Time to Die). Mac Ruth, Mark Mangini, Doug Hemphill, Theo Green, Ron Bartlett (Dune). Gary Rydstrom, Brian Chumney, Andy Nelson, Tod A. Maitland e Shawn Murphy (West Side Story).

(Cinema di Roma)

Miglior trucco:Merc Arceneaux, Vera Steimberg, Trent Simmons, Caroline Monge, Stacey Morris, Carla Farmer, Louisa Anthony, Victor Paz (Il principe cerca figlio). Jana Carboni, Sarah Tanno, Daniel Lawson Johnston, Stefania Pellegini, Giuliano Mariano, Frederic Aspiras, Alexis Continente, Anna Carin Lock (House of Gucci). Linda Dowds, Stephanie Ingram, Justin Raleigh, Stephanie Ingram, Betty Lou Skinner, Heather Hawkins, Bryson Conley (Gli occhi di Tammy Faye). Judit Farkas-Arful, Kata Huszár, Daniel McGraw (Dune).Nadia Stacey, Naomi Donne, Guy Common (Crudelia). Migliori effetti speciali: Mark Bakowski, Chris Corbould, Joel Green, Charlie Noble (No Time to Die). Joe Farrell, Dan Oliver, Christopher Townsend e Sean Walker (Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli). Swen Gillberg, Bryan Grill, Nikos Kalaitzidis e Dan Sudick (Free Guy). Paul Lambert, Tristan Myles, Brian Connor e Gerd Nefzer (Dune).
Kelly Port, Chris Waegner, Scott Edelstein, Dan Sudick (Spider-Man: No Way Home).

Miglior film d’animazione: Encanto.Flee. Luca. I Mitchell contro le macchine. Raya and the Last Dragon. Miglior documentario: Ascension. Attica. Flee. Summer of Soul. Writing with Fire. Miglior film internazionale: Drive My Car (Giappone). È stata la mano di Dio (Italia). Flee (Danimarca). Lunana (Bhutan). La persona peggiore del mondo (Norvegia). Miglior cortometraggio d’animazione: Affairs of the Art. Bestia. Boxballet. Robin Robin. The Windshield Wiper. Miglior cortometraggio documentario: Audible. Lead Me Home. The Queen of Basketball. Three Song for Benazir. When We Were Bullies. Miglior cortometraggio: Ala Kachuu – Take and Run. The Dress. The Long Goodbye. On my Mind. Pleas Hold.


3 risposte a " 94esimi Academy Awards®, le candidature"

    1. Buondì. Non ho visto tutti i titoli candidati, ma personalmente, limitandomi a quelli visionati, fo il tifo per Jane Campion e il suo “The Power of Dog” (anche nelle categorie attoriali) e almeno per qualche categoria come il montaggio farei un pensierino a “Don’t Look Up”. Mi auguro infine che Sorrentino consegua il suo secondo Oscar, ma la vedo dura. Attendiamo… Grazie della visita e del commento, un caro saluto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.