Milano, Spazio Oberdan: in proiezione “La lucida follia di Marco Ferreri”

Da oggi, lunedì 27 novembre, e fino al 1° dicembre, sarà proiettato al Cinema Spazio Oberdan di Milano, in anteprima nazionale, a cura di Fondazione Cineteca Italiana, grazie a Istituto Luce Cinecittà, La lucida follia di Marco Ferreri, documentario realizzato nei vent’anni dalla scomparsa del grande regista (9 maggio 1997), diretto da Anselma Dell’Olio, presentato nella sezione Classici all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
La lucida follia di Marco Ferreri è un viaggio nel cosmo unico, insieme sovrannaturale e terragno, dell’autore. Un uomo che abbandona gli studi di veterinaria ma mai gli animali, scegliendo di occuparsi principalmente dell’essere umano nella sua essenzialità corporea e desiderante.
Per avvicinare al mondo frastagliato e organico, per alcuni ostico di Ferreri, il film offre clip dei suoi film spagnoli, italiani e francesi, tra cui El cochecito, La cagna, L’ultima donna, Dillinger è morto, La grande abbuffata, Chiedo Asilo, Ciao maschio, Storia di Piera, La donna scimmia.
Ascoltiamo il controverso regista riflettere sulla nomea di “provocatore” che l’ha sempre seguito, perennemente accompagnato da censure, scandali, contestazioni, accuse velenose.

Marco Ferreri (Wikipedia)

Vi sono le risposte ironiche e taglienti, sue e dei suoi sostenitori più celebri e affezionati: Marcello Mastroianni, Ugo Tognazzi, Michel Piccoli, Philippe Noiret, e Ferreri stesso. Li ritroviamo in pieno vigore nei materiali d’epoca e backstage dell’Istituto Luce, Raiteche e archivi francesi, alcuni inediti in Italia.
Ci sono testimonianze nuove, illuminanti sul suo modo di dirigere gli attori, offerte dai protagonisti che hanno dato il soffio della vita ai suoi personaggi (Roberto Benigni, Hanna Schygulla, Isabelle Huppert, Andréa Ferreol, Ornella Muti), i collaboratori più stretti (il musicista Philippe Sarde, il regista Radu Mihaileanu) lo scenografo Dante Ferretti, un forbito luminare del mitico Cahiers du cinéma (Serge Toubiana).
A fare da prologo al film una poesia dedicata a Ferreri, scritta e recitata da Benigni, intitolata Arguto, mirabile, penetrante.
La lucida follia di Marco Ferreri compone, come in un mosaico, l’arte, il carattere, la poesia, il pensiero e la visionarietà di un autore inclassificabile e prova a consegnare alcune chiavi per accedere all’universo prodigioso e carnale del regista, cercando precipuamente di comunicare la compassione rovente con cui l’autore scandaglia senza ipocrisia, il nostro accidentato viaggio terrestre.

Alla proiezione odierna interverranno la produttrice Nicoletta Ercole e la regista Anselma Dell’Olio. Inoltre, per ricordare Marco Ferreri, Fondazione Cineteca Italiana presenterà dal 10 al 30 dicembre, al MIC- Museo Interattivo del Cinema, un’ampia rassegna, 100% Marco Ferreri, dedicata al geniale cineasta, un’occasione per poter apprezzare ulteriormente opere impregnate di  profonde e caustiche analisi socio-antropologiche sulla condizione esistenziale dell’individuo moderno, sulla sua alienazione prodotta da un sistema consumistico che ne azzera progressivamente l’umanità, ma lo stile è qui più provocatorio, venato di humour nerissimo, vicino alla lezione del surrealismo storico (Buñuel) nella costruzione di universi connotati da kafkiana incomprensibilità. Tra i titoli proposti: Ciao maschio (1978), Gran premio della giuria al 31mo Festival di Cannes; l’intramontabile (e anche il più noto) La grande abbuffata (1973) con Ugo Tognazzi, Marcello Mastroianni, Michel Piccoli e Philippe Noiret; La donna scimmia (1964), film emblema del grottesco ferrariano; La cagna (1972), tratto dal racconto Melampo di Ennio Flaiano e interpretato dal duo Deneuve-Mastroianni; Storie di ordinaria follia (1981), ispirato ad una raccolta di racconti di Charles Bukowski con Ben Gazzara e Ornella Muti .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...